Ortodonzia invisibile:
l’apparecchio che c’è, ma non si vede

L’ortodonzia invisibile serve a correggere la malocclusione in modo discreto, efficace e senza disagi per il paziente. 

 

Grazie a essa, è possibile ristabilire l’equilibrio del sistema-bocca e allineare i denti senza fastidiosi ed evidenti apparecchi in metallo. Le tecniche di ortodonzia invisibile prevedono infatti l’utilizzo di apparecchi in policarbonato trasparente o di apparecchi linguali.

 

 

I primi sono costituiti da mascherine che ricoprono interamente i denti, vanno indossati per circa 22 ore al giorno e sostituiti ogni 14 giorni. Grazie a un sofisticato software che analizza la struttura dentale del paziente, il tecnico riesce a prevedere in anticipo le trasformazioni che subirà la dentatura nel corso del tempo e a preparare le mascherine adatte a procedere con il trattamento.

 

 

Quando il caso clinico è più complesso e l’ortodonzia invisibile non è sufficiente, si ricorre all’ortodonzia linguale, che sfrutta l’uso di brackets ortodontici inseriti nella parte interna dei denti, rivolti verso la lingua e quindi totalmente invisibili. I denti si riallineano in tempi abbastanza brevi, grazie alla forza elastica che si crea tra l’arco metallico e gli attacchi. Inoltre l’ortodonzia linguale offre diversi vantaggi, tra cui la salvaguardia dello smalto e il minor rischio di retrazioni gengivali.

CONTATTACI

Per contattare lo Studio Dentistico Portelli e richiedere informazioni compila il form

I   Contrà Oratorio dei servi, 19
36100 – Vicenza (VI)

T    0444310971

M    info@studiodentisticoportelli.it

Privacy & Cookie Policy

Torna su